Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_manila

Visti

 

Visti

>> I Visti per entrare in Italia

VISTI

1. COME SI PRENOTA UN APPUNTAMENTO

Dal 18 marzo 2013 le domande di visto possono essere presentate direttamente presso il VIA Center (Visa Information and Application Center), uno sportello al pubblico dell’area di Metro Manila gestito dalla società PIASI (Philippine Interactive Audiotext Services Inc.), fornitore esterno di servizi autorizzato da questa Ambasciata. La Società PIASI offre da diversi anni anche un servizio, orientato prevalentemente alle esigenze della popolazione residente fuori Metro Manila, di ritiro e riconsegna a domicilio delle pratiche e dei relativi passaporti a mezzo corriere espresso.
Per prenotare l’appuntamento tramite PIASI si può telefonare ai numeri indicati sul sito web www.via.ph (vedi sez. 3 per i costi).

La valutazione e la decisione in merito alle domande di visto presentate per il tramite della societa’ PIASI sono comunque di totale competenza dell’Ufficio Visti dell’Ambasciata
. Nessun operatore del Visa Information and Application Center (PIASI) ha titolo né capacità per poter determinare, né condizionare l’esito di una domanda di visto.

In alternativa, la domanda di visto puo’ essere presentata direttamente all’Ufficio Visti dell’Ambasciata prenotando - con congruo anticipo - un appuntamento attraverso la funzione PRENOTA LA VISITA su questo  sito web dell’Ambasciata.

Infine, in casi eccezionali o di estrema urgenza, l’appuntamento può essere richiesto inviando una email all’indirizzo visti.manila@esteri.it oppure chiamando il numero telefonico 02-8156527.

Le richieste di visto per Adozione, Cure Mediche e Motivi Familiari con familiari di cittadini dell’UE, che beneficiano di particolare attenzione e priorita’, possono essere presentate senza necessità di appuntamento direttamente all’Ufficio Visti dell’Ambasciata ed in qualunque momento nell’orario di apertura al pubblico.

L’Ufficio dell’Ambasciata d’Italia in Manila riceve il pubblico per la presentazione delle domande il lunedì e mercoledi dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.30; il martedi, giovedi e venerdì gli Uffici sono aperti al pubblico dalle 9.00 alle 14.00.

Non esistono intermediatori autorizzati: nel caso di offerta di intermediazione o di intervento volto ad influenzare la concessione di un visto (o l’ottenimento di un appuntamento), si raccomanda di informare immediatamente questa Ambasciata.

2. COMPILAZIONE E PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE DI VISTO

L’Ambasciata invita tutti i richiedenti a presentare la propria domanda di visto personalmente. Si informa che coloro che facessero ricorso al servizio di corriere PIASI potranno essere convocati presso l’Ambasciata per un colloquio di persona.

Per ogni domanda di visto è obbligatorio presentare 1 foto tessera e compilare in ogni sua parte il formulario (application form) scaricabile sul sito di questa Ambasciata. Il passaporto dovrà avere una validità di almeno 3 mesi superiore a quella della data di scadenza del visto richiesto.
La lista dei requisiti e delle condizioni previste per il rilascio di ciascuna tipologia di visto nonché le informazioni sulla normativa in materia di immigrazione in Italia e nello Spazio Schengen sono disponibili sul sito web di questa Ambasciata alla sezione visti e su quello del Ministero degli Affari Esteri (www.esteri.it/visti/ ), oltre che nelle bacheche esterne e nei fogli informativi in distribuzione presso l’ufficio visti dell’Ambasciata.E’ sempre necessario allegare alla richiesta di visto l’intera documentazione prescritta per la specifica tipologia di visto. La documentazione verrà acquisita agli atti dell’Ambasciata (anche in caso di diniego del visto).

L’Ambasciata si riserva il diritto di richiedere in qualunque caso, anche successivamente alla presentazione della domanda di visto, ogni ulteriore documentazione ritenuta utile.

3. I COSTI DEL VISTO

3.a) I costi di una domanda di visto (diritti corrispondenti alle spese amministrative dovuti all’Ambasciata per il trattamento della domanda e non rimborsabili) sono stabiliti, in base alle tariffe in vigore dal 1 gennaio 2012, in:

  • Visto Nazionale (soggiorni di durata superiore a 90 giorni, tipo D): 116 € = PH (equivalente aggiornato con cadenza trimestrale);
  • Visto Schengen Uniforme (soggiorni di durata fino a 90 giorni, tipo C): 60 € =  PH (equivalente aggiornato con cadenza trimestrale);

I costi amministrativi del visto devono essere corrisposti in contante in valuta locale (PHP) contestualmente alla presentazione della domanda di visto. La normativa comunitaria prevede che i diritti consolari per i visti corrispondono a “spese amministrative” da percepire in ogni caso, a prescindere dalla concessione o meno del visto.

Servizi offerti da PIASI:

3.b) Qualora il richiedente intenda avvalersi dei servizi di outsourcing resi disponibili dalla società PIASI, ai costi citati al punto 4.a dovuti all’Ambasciata, sara’ necessario prevedere degli oneri aggiuntivi, in dipendenza della prestazione richiesta. In particolare:

  • presentazione della domanda di visto tramite corriere espresso (ritiro e consegna a domicilio) senza assistenza diretta da parte di operatore: 1.200 PHP
  • presentazione della domanda di visto tramite il Visa Information and Application Center (PIASI) con assistenza diretta allo sportello da parte di operatore: 1.400 Php;
  • ritiro e riconsegna a mezzo corriere, a domicilio, di certificazioni di stato civile per legalizzazione in Ambasciata (distinta da quella del Department of Foreign Affairs, anch’essa necessaria): 430 PHP;
  • consegna in Ambasciata di documentazione aggiuntiva ove richiesta dall’Ufficio Visti: 215 PHP per domanda;

I pagamenti per i servizi offerti da PIASI devono essere effettuati direttamente alla PIASI attraverso le modalita indicate sul sito www.via.ph.

N.B.: Nessun altro costo aggiuntivo, oltre a quelli sopra elencati, è previsto a carico del richiedente il visto. La richiesta di somme di denaro, a qualunque titolo, in cambio di promesse agevolazioni per l’ottenimento del visto, costituisce grave violazione di legge perseguita penalmente.

Grazie al database Visti è possibile ottenere le informazioni per richiedere il visto d'ingresso in Italia.



A partire dal 14 novembre 2013 l’Ufficio visti dell’Ambasciata d’Italia sarà collegato al VIS


36